La volpe scarlatta

ARTIGIANA DEL BENESSERE | CRISTALLI | AMULETI | GIOIELLI | PIETRE

Ciao Simona, parlaci un pò di te… chi è la ” Volpe Scarlatta” e di che cosa si occupa?

Il profilo Instagram è nato ufficialmente il 17 novembre del 2019. All’inizio l‘idea era aprire una finestra sulle curiosità del mondo, tra le più disparate. Essendo io di base un soggetto curioso mi creava un certo agio poter condividere questa tendenza anche agli altri. Questo atteggiamento spronava me a non abbandonare questo tratto caratteriale e incoraggiava gli altri a scollegare la mente dalla routine giornaliera.

Per questo motivo scelsi il simbolo della Volpe, evidenziandola anche come animale totem personale, ossia una guida spirituale. Si dice che sono gli animali totem a scegliere noi, ma alcuni fedeli sostengono sia possibile anche il contrario, così ho preferito dedicarmi a questa seconda opzione.

La volpe in passato per molti popoli era definita un simbolo guida: colei che guidava gli sciamani siberiani attraverso sentieri normalmente non accessibili e visibili all’uomo grazie alla sua conoscenza della terra. Ero intenzionata a seguire il suo esempio.

Naturalmente la curiosità non mi ha spronata a restare in superficie, ma a scavare sempre più nel profondo, incontrando così verità che qualche anno fa non mi sarei mai sognata di poter riuscire ad approfondire.

Ecco che il mio cammino ha incontrato i benefici energetici dei minerali. Naturalmente già conoscevo un pò queste pietre dall’aspetto curioso e dai magici colori, ma le avevo sempre considerate come tali e nulla più. Poi quasi per gioco, durante il periodo pandemico, ho imparato a conoscerle, trovando la loro storia interessante come i benefici trasmessi.

Dunque come era mia intenzione iniziale ho cominciato a diffondere questi benefici e da cosa nasce cosa è nato il mio negozio, partendo sulle basi della curiosità e della voglia di conoscenza insieme a quella del cambiamento. Ho provato una spinta forte verso questo mondo, forse dovuta anche alla propensione nel voler aiutare gli altri nel mio piccolo: quando gli altri sono felici io mi sento felice, direi esista in me un lato fortemente empatico.

I cristalli hanno aperto così le porte di un mondo “sotterraneo”. Sconosciuto agli occhi dell’uomo se non in possesso della giusta mappa. Come si può ottenere la mappa? Semplicemente credendo che esista di più rispetto a cosa siamo abituati ad osservare ogni giorno.

Quel mondo si è legato ad altre attività curiose, verso l’Astrologia Karmica Evolutiva fino a raggiungere l’ambito esoterico che tratta di temi ormai da molti dimenticati, ma ancora molto presenti ad un occhio bene attento. Perciò offro gratuitamente sul mio profilo Instagram anche nozioni legate a questi ambiti, naturalmente associate alla cristalloterapia.

 

Chi è dunque la “Volpe Scarlatta?
Una ragazza di trent’anni di nome Simona con un sogno nel cassetto: fare del bene agli altri ed in più trasmettere un messaggio. Si, perché oltre ad essere una persona curiosa sono anche una persona con un passato travagliato, che ha subito una fase dell’adolescenza tra vampiri energetici (coloro che traggono benefici nel apportare del male agli altri) e bullismo scolastico. Questo tipo di trattamento mi ha portata a conoscere un brutto disturbo, invisibile agli occhi del mondo, ma molto visibile ai miei: in inglese è conosciuto con il nome di Obsessive Compulsive Disorder, gli psicologi italiani lo definiscono come Disturbo Ossessivo Compulsivo. Questo disturbo è nato quando avevo appena sette anni ed ha raggiunto i trenta. Non so ancora per quanto durerà, ma so una cosa: non sono sola. Ci sono tanti altri come me: dei senza volto che vivono una battaglia silenziosa, sentendosi soli e incompresi.

Il mio obiettivo ed il mio sogno nel cassetto è quello di aiutare anche loro attraverso il libro che sto terminando di scrivere.

Non è un saggio sulla psicologia piuttosto è un racconto scritto in modo semplice, sulle dolci note del genere fantasy con sfumature psicologiche. E’ la storia di una persona che ha qualcosa da raccontare e da trasmettere al mondo e spero tanto che il mondo sia pronto ad ascoltare.

Quando è nata la tua passione per la scrittura?

La passione per la scrittura è nata dal momento in cui ho sentito il bisogno di dar voce ai miei pensieri quando nessuno poteva ascoltarli. Ero piccina e già ostacolata dal bullismo, quindi direi di aver iniziato a scrivere a dodici anni da autodidatta.

Ritornando alla cristalloterapia qual’e la sua funzione?

La cristalloterapia fa parte della medicina complementare, il che significa che non può sostituire il parere medico, piuttosto è in grado di accompagnare il soggetto verso la guarigione da un punto di vista energetico.

A volte per le malattie gravi non basta la propria energia, perché in quel momento è ostacolata da una situazione ben più forte di lei, ecco perché credo e sostengo il progresso scientifico: è un valido aiuto quando siamo troppo deboli per lavorare con le nostre forze. Ma quando il nostro corpo reagisce ed è ben presente ecco che qui i cristalli possono accorrere in supporto.

La cristalloterapia utilizza l’energia dei cristalli per apportare piccoli e grandi cambiamenti nella vita di chi li utilizza. Naturalmente così come vale con le medicine, così anche le reazioni ai cristalli hanno effetti simili, ma comunque molto soggettivi.

Viene praticata da un cristalloterapeuta, ma tutti a mio avviso possono apprendere l’utilizzo delle pietre nella vita quotidiana.

Viene definita una tecnica moderna di guarigione, ma in vero ha origini molto antiche che risalgono all’ Antico Egitto fino ad arrivare ai sumeri. Un tempo erano preziosi gli amuleti di guarigione che sono solita a diffondere anch’io (in modi molto più semplici rispetto alle antiche usanze che prevedevano tra le altre cose anche sacrifici rituali).

Ci puoi spiegare l’utilizzo delle pietre e il loro potere simbolico e curativo?

Bisogna tener conto che alla base dell’universo c’è l’energia e la stessa energia primordiale vibra in tutto ciò che ci circonda: persone, animali, piante e cristalli.

Il nostro corpo dispone di diversi centri energetici che vibrano con diverse frequenze. Precisamente i principali sono sette, posizionati lungo la colonna vertebrale per influenzare specifici punti del corpo. A questi centri chiamati chakra sono stati dati dei compiti specifici, come la responsabilità delle parti del corpo a loro assegnate.

Spesso però a causa delle “turbolenze della vita” i centri tendono a non essere armonici e per questo motivo non funzionano come dovrebbero avendo ripercussioni anche sul corpo e la mente.

Il sistema cristallino che contraddistingue i minerali (monoclino, triclino, rombico, tetragonale, esagonale, trigonale, cubico) vibra in diversi modi, corrispondenti alle stesse vibrazioni dei centri disposti lungo il nostro corpo. Ciò significa alcune pietre specifiche saranno adatte a lavorare meglio su un centro rispetto ad un altro, perché dipendente da queste vibrazioni.

Un altro metodo di valutazione che sottolinea le proprietà di un cristallo è senza dubbio anche il colore (cromoterapia e cristalloterapia vanno a braccetto).

Ciascuna pietra ha diverse proprietà, e viene scelta in base a due aspetti:

• In base ad una scelta attrattiva da parte del soggetto, che verrà richiamato da quella pietra in modo particolare (a me per esempio viene una gran fame quando un cristallo è particolarmente attraente);

• una scelta necessaria, ossia in base alle necessità fisiche, mentali o spirituali del soggetto.

Quali colori e pietre preferisci?

Ultimamente mi sento particolarmente attratta dalle pietre bianche e rosa! Sto vivendo una una fase di sviluppo e cambiamento molto profondi e il bianco è proprio una pietra che supporta il cambiamento e i nuovi inizi, come una pagina pulita sulla quale si può riscrivere la propria storia. Le pietre rosa invece parlano di amore incondizionato e, proprio come ho spiegato, il mio obiettivo consiste nel fornire aiuto a mio modo e cos’è l’aiuto se non una forma di amore?

Prediligo attualmente la Labradorite Bianca, l’Opale Bianco, la Tormalina Rosa e l’Opale Rosa, ma le pietre non restano mai le stesse a lungo. La scelta di una pietra preferita si evolve così come evolviamo noi.

Cos’è la radiestesia?

La radiestesia è un mezzo per affinare le proprie abilità percettive. Utile per auto-analizzare i livelli energetici personali e quelli degli altri. Può essere un buon metodo per compiere delle scelte, anche se in sostanza la scelta partirà sempre da noi, perché in questo caso sono sempre le nostre energie primordiali ad essere messe in gioco, proprio come nell’uso delle carte oracolo.

Questa disciplina viene praticata attraverso l’uso di un pendolo ed è volta ad effettuare pulizie energetiche personali e tastare tra le altre cose i livelli energetici dell’aura come dei propri chakra per capire se sono armonici o il contrario.

Tu realizzi bellissimi gioielli e amuleti che oltre ad una funzione puramente estetica hanno soprattutto un significato energetico e spirituale, puoi parlarcene più a fondo?

Esatto. I miei gioielli semplicemente si rifanno a tutte le proprietà sopra citate. In base ad una scelta logica delle proprietà si crea o si sceglie un gioiello su misura dei bisogni del portatore. Naturalmente sono disponibili nel mio negozio anche minerali naturali senza supporti o sostegni, attraverso i quali il cliente potrà sperimentare l’affascinante arte della cristalloterapia.

Per finire come chiediamo sempre ai nostri ospiti, ci potresti dedicare una tua frase particolare o una citazione se preferisci sul benessere fisico e mentale…

Il 90% del lavoro lo svolgiamo noi, con le nostre energie e la nostra volontà. La magia è dentro di noi, non c’è bisogno di cercarla altrove. Senza questa consapevolezza non riusciremmo ad andare molto lontano.

Copyright Simona Gentile “La volpe scarlatta” © 2022 Tutti i diritti riservati. E’ proibita la riproduzione, anche parziale delle foto e dei testi, in ogni forma o mezzo, senza espresso permesso scritto dell’autrice.

Registrati alla nostra Newsletter

Grazie per esserti Registrato!
Attenzione controlla il form.